mercoledì 8 luglio 2015

Recensione: "La Terra delle Storie - L'avvertimento dei Grimm" di Chris Colfer

Titolo: La Terra delle Storie - L'avvertimento dei Grimm
Autore: Chris Colfer
Pagine: 569
Serie: La Terra delle Storie #3
Prezzo di copertina: 15 euro
Prezzo ebook: 6,99 euro
Editore: Rizzoli

Sinossi:
Conner Bailey crede che le sue avventure nel Mondo delle Fiabe siano terminate, finché non scopre un indizio misterioso lasciato dai fratelli Grimm. Con l'aiuto della sua amica Bree e della stravagante Mamma Oca, parte in missione attraverso l'Europa per decifrare un avvertimento che risale a duecento anni fa. Frattanto sua sorella Alex si sta allenando per diventare Fata Madrina, ma esaudire i desideri altrui non è affatto semplice. Quando la minaccia incombe di nuovo sulla Terra delle Storie, Conner e Alex devono unirsi a tutti i re e le regine per salvare il Mondo delle Fiabe. Ma non c'è niente che possa preparare davvero i gemelli alla battaglia in arrivo... né al segreto che cambierà per sempre la loro vita.



Gli esami sono andati. I capelli in eccesso anche, così come le ardue ricerche del nuovo volume che mi avrebbe riportata, bambina felice, ne La Terra delle Storie.
Non è stato così diretto questa volta, prima si è reso necessario accompagnare Conner e una nuova amica, Bree, dagli Stati Uniti al cimitero di St Matthaus, luogo di sepoltura dei fratelli Grimm i quali, apparentemente, sapevano più di quel che scrivevano; poi una fuga attraverso l'Europa, tra Londra, Parigi, Montecarlo e il castello di Neuschwanstein per poi approdare finalmente a destinazione, ritrovandosi tutti insieme a fare i conti con la Storia. Nel frattempo, molti cambiamenti sono avvenuti nella Terra delle Storie; Alex si accinge a diventare una fata, entrando a far parte dell'Assemblea Felici e Contenti, nel Regno di Cappuccetto Rosso si indicono nuove elezioni e due fuorilegge molto noti sono prossimi al matrimonio. Ma l'apertura del portale dall'Altromondo rischia di scatenare una guerra contro un esercito francese dell'800, ragion per cui dovrà mostrarsi la compattezza degli abitanti del mondo delle fiabe.
Rovesci di fortuna, dipartite impreviste e altri tragici eventi si mescoleranno ai deliziosi siparietti comici di Cappuccetto Rosso, ai numerosi riferimenti non troppo velati all'altro mondo magico, quello nato dalla penna di J.K. Rowling, mentre criminali a piede libero regalano colpi di scena azzeccatissimi nella loro improbabilità, donatori di quel pizzico di sana curiosità utile alla lunga attesa delle prossime avventure dei fratelli Bailey e compagni, sperando che siano maggiormente avvincenti e meno confusionarie di quelle del capitolo appena concluso ma soprattutto che Colfer, o chi per lui, riesca ad arrostire degnamente la cospicua carne al fuoco senza bruciarne nemmeno una piccola parte.
Impresa ardua, nulla è però impossibile nella Terra delle Storie; basta solo ricordare che la Magia ha sempre un prezzo.


Consigliato: sì

Chris Colfer è nato nel 1990. Attore, è noto per il ruolo di Kurt Hummel nella serie televisiva Glee.
La saga della Terra delle Storie lo ha visto in vetta alle classifiche del New York Times.

4 commenti:

  1. Complimenti per la fine degli esami - quest'anno si diplomava mio fratello, quindi, aiutandolo, posso dire di avere fatto quasi una seconda maturità - e in attesa di finire i miei, che crudelmente hanno messo un giorno dopo l'altro, penso che potrei cominciare il secondo volume della serie di Colfer. Questa volta, sono indietro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, tanti auguri a tuo fratello e a te, finger crossed!
      Il Ritorno dell'Incantatrice l'ho trovato più coinvolgente ma Alex e Conner sapranno farti, in ogni caso, buona compagnia :)

      Elimina
  2. Io adoro Chris Colfer.. era uno dei miei personaggi preferiti in Glee. Non ho ancora letto i suoi libri però.. ma penso che prima o poi lo farò. Le copertine sono adorabili *-*
    Complimenti per la fine degli esami e buon riposo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, sto già recuperando il tempo perduto. Glee non l'ho mai visto, ma se il talento di Colfer nella recitazione è pari a quello che mostra nella scrittura, forse potrei prendere in considerazione una maratona telefilmica :)

      Elimina

I commenti sono fondamentali per lo scambio di opinioni e la crescita culturale di ogni persona che passa da questa Sala; dunque, se vorrai lasciarne uno, saremo ben felici di sapere quale sia il tuo pensiero :)

Grazie.